Il Festival

Un Festival di Musica Sacra unico nel suo genere che ogni autunno si svolge nelle basiliche papali di Roma, con i Wiener Philharmoniker come orchestra in residence.

L'evento è finalizzato alla sensibilizzazione del pubblico verso le attività istituzionali della Fondazione Pro Musica e Arte Sacra che si adopera per reperire fondi da destinare al restauro di tesori di arte sacra, e in questa ottica benefica organizza il Festival Internazionale di Musica Sacra. Vedi “Finalità del Festival

 

Sin dal 2002, la manifestazione ha riscosso sempre maggiore successo tra pubblico e critica, proponendo un connubio spiritualmente stimolante tra musica di altissimo livello e splendidi luoghi sacri.

 

Nell’anno 2004 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha onorato il Festival con la sua presenza al concerto del 21 ottobre con i Wiener Philharmoniker e Riccardo Muti. Papa Benedetto XVI ha partecipato nel 2002, allora ancora Cardinale Josef Ratzinger, un concerto del primo Festival, e negli anni 2006 e 2007 ha salutato i benefattori della Fondazione, quanti venuti dall’estero per ascoltare le note eccelse della musica sacra del Festival nonchè i musicisti anch’essi provenienti dall’estero, durante l’Angelus domenicale, così come fece in passato il suo predecessore il Santo Padre Giovanni Paolo II.

Nell’anno 2008 Papa Benedetto XVI insieme ai partecipanti alla XIIa Assemblea Generale del Sinodo dei Vescovi ha poi concesso al Festival il grande onore e privilegio di essere presente al concerto del 13 ottobre nella Basilica di San Paolo fuori le Mura.

I Wiener Philharmoniker diretti da Christoph Eschenbach presentavano la Sesta Sinfonia di Bruckner. Al concerto era presente anche Sua Altezza Principessa Marie von und zu Liechtenstein, alla quale va un profondo ringraziamento per il suo sostegno alla Fondazione.

Nell’anno 2009 e nell’anno 2011 è stata presente ai concerti del Festival S.A.R. la Principessa Michael of Kent, moglie di S.A.R. il Principe Michael of Kent, cugino di S.M. la Regina Elisabetta II.